Categorie
Blog Tecnologia

Tornare ad iOS dopo 8 anni di Android

Ebbene si, è successo, dopo l’iPhone 3G nel 2011 sono passato ad Android e dopo 8 anni di modding duro lo scorso marzo sono tornato ad iOS.

Il passaggio da iPhone 3G con jailbreak a Galaxy S2 è stato semplice, la versatilità e la liberà di Android mi sbalordirono, il passaggio dei contatti invece fu un bagno di sangue.

HTC One

Con Galaxy S2 mi avvicinai al mondo del modding dopo di che passai a HTC One e a seguire OnePlus One, il trionfo del modding.

Dopo 4 anni di onorata carriera (escludendo una breve parentesi con HTC U11+ durato un paio di mesi di cui la metà in assistenza) lo scorso marzo ho deciso di pensionare il mio fidato OnePlus One per passare ad iPhone XS, si avete letto bene, io che ero un fiero modder di Android sono tornato alla concorrenza.

Si ma perché? Sei pazzo? Non è open source, costa tantissimo e non puoi fare modding!

Qualunque smanettone Android

Quanto sopra è tutto verissimo, quindi, cosa mi ha portato a questo cambio di aria? Scopriamolo insieme:

Negli ultimi anni non ho più visto dei veri #FlagshipKiller ma solo dei normalissimi flagship, spesso con qualche problema, soluzioni estetiche infelici, aggiornamenti inesistenti dopo 6 mesi dal lancio per non parlare del “nuovo modello” immesso sul mercato in tempi sempre più brevi.

Quindi, dato che con il Macbook Pro 13″ del 2011 da cui sto scrivendo mi sono sempre trovato abbastanza bene ho deciso di affidarmi ancora una volta ad Apple, curioso anche di vedere l’evoluzione di iOS dalla versione 4 alla 12.

Così preso da un mix di disperazione, curiosità, incoscienza e “se non mi trovo bene lo rivendo domani” ho acquistato un iPhone XS da 64GB.

Appena aperta la confezione mi hanno colpito subito la solidità e la qualità costruttiva, la sensazione è quella di avere tra le mani un vero prodotto “premium”.

Il sistema operativo si è rivelato essere sempre super performante e solo con rarissimi impuntamenti, gli aggiornamenti sono sempre puntuali e immediati, senza dover attendere mesi dalla pubblicazione o dover sperare in qualche custom rom super buggata.

L’integrazione dei servizi tra iOS e MacOS è fantastica e persino le app Google girano meglio su iOS che su Android!

La batteria svolge egregiamente il suo dovere consentendomi di affrontare le giornate senza il timore di rimanere a secco.

Infine lo schermo e la fotocamera, sono veramente fantastici e la qualità di foto e video è decisamente superiore a tutti gli smartphone provati.

Non è oro tutto ciò che luccica.

William Shakespeare, Il mercante di Venezia, Atto secondo, Scena settima

Infine arrivano le note negative, personalmente avrei gradito la modalità manuale nella fotocamera o comunque la possibilità di avere più opzioni, il lettore di impronte digitali, in determinate situazioni è decisamente meglio del FaceID (qualcuno ha detto occhiali da sole o sciarpa?), minor integrazione delle app Google e infine le cose veramente fastidiose, l’assenza di un vero file manager, il centro notifiche estremamente scomodo e la costante perdita di segnale e interruzioni di linea nelle telefonate.

Giunti alle conclusioni, sono comunque soddisfatto dell’acquisto, i bug non mancano ma in generale è veramente un ottimo dispositivo che spero possa accompagnarmi per almeno altri 4 anni (devo ammortizzarne il costo), “scherzi” a parte mi sento di consigliarlo a chi vuole uno smartphone top non Android, personalmente lo ritengo superiore ad iPhone 11 e 11 Pro che hanno innovato poco ed il calo di prezzo è sicuramente una cosa positiva.

Per che fosse interessato lascio qualche link ad Amazon:

Rispondi